Domande frequenti sul CBD

  1. Cos'è il CBD?

Il cannabidiolo, abbreviato in CBD, è uno degli oltre 100 fitocannabinoidi contenuti nella pianta di Cannabis Sativa. Non ha un effetto psicoattivo ed è l'agente terapeutico più importante che è stato studiato negli ultimi anni. La popolarità del CBD è dovuta al gran numero di studi clinici pubblicati che mostrano applicazioni promettenti in molte malattie e condizioni.

  1. Cosa sono i cannabinoidi?

 I cannabinoidi o endocannabinoidi (i cannabinoidi propri del corpo) sono un ampio gruppo di composti chimici attivi che si trovano naturalmente sia nell'uomo che nella cannabis. Quando vengono estratti dalla pianta, li chiamiamo fitocannabinoidi. Se provengono dal corpo umano, li chiamiamo endocannabinoidi.

  1. Quali sono i potenziali usi terapeutici del CBD?

Le proprietà del CBD sono state studiate con ottimi risultati negli ultimi anni, ma sono ancora oggetto di ulteriori approfondimenti. L'esatto meccanismo d'azione Il CBD viene utilizzato contro l'ansia come ottimo sostituto delle benzodiazepine e contro l'insonnia e favorisce l'induzione e il mantenimento del sonno. Gli studi hanno dimostrato che il dolore cronico, una condizione sempre difficile da trattare, è diminuito e ha effetti antinfiammatori. L'evidenza suggerisce una capacità antiemetica, con un'enfasi sulla nausea causata dai trattamenti contro il cancro. Un farmaco per l'epilessia infantile contenente CBD è stato recentemente approvato in Europa, un risultato sorprendente. Inoltre, vengono esaminati gli effetti antitumorali e antidepressivi.

C'è ancora molta strada da fare, ma i risultati sono promettenti in molti settori!

  1. Qual è la differenza tra CBD e THC?

Il THC, chiamato anche tetraidrocannabinolo, è un altro importante e noto composto molecolare che si trova nelle piante di cannabis. Il THC è ciò che dà alla marijuana i suoi effetti psicoattivi e ti fa sentire sballato, sballato o sballato. I nostri prodotti CBD e i fiori CBD contengono un contenuto di THC compreso tra lo 0,20% e lo 0,9%, che è praticamente una quantità trascurabile. Sebbene la struttura chimica del CBD sia simile a quella del THC, gli effetti dell'aggancio con i recettori sono completamente opposti. Il CBD è un antagonista del THC e ha un leggero effetto inibitorio su di esso. 

  1. Come consumi il CBD?

Esistono diversi modi per assumere una dose di CBD. Le modalità variano a seconda del prodotto e dell'effetto che si vuole ottenere.

- Sublinguale lasciando riposare il prodotto per un minuto o due prima di prenderlo

- Orale, liscio o aggiunto a gustose ricette

- Per inalazione, ideale per tamponare, intinto o mescolato al tabacco

- Tematicamente, sotto forma di crema, per un'azione locale

 

  1. Il CBD è legale in Europa?

Il CBD è legale nella maggior parte dei paesi europei, con le relative restrizioni e limitazioni. Il Regolamento UE (UE) 2015/2283 classifica il CBD come nuovo alimento (alimento che non è stato utilizzato nell'Unione prima del 15 maggio 1997).

In generale, la canapa è completamente legale nella maggior parte dei paesi europei con 0,2% di THC o meno. La Svizzera consente prodotti CBD con meno dell'1% di THC. Ci sono alcune eccezioni, ad esempio la Francia consente solo prodotti con 0% di THC. Le leggi nei paesi cambiano costantemente, motivo per cui ti consigliamo vivamente di verificare con le istituzioni ufficiali.

 

 7. Quali sono i possibili effetti collaterali del CBD?

Numerosi studi hanno concluso che il CBD è sicuro e non tossico.

Il CBD è ben tollerato a dosi terapeutiche dalla maggior parte della popolazione, con effetti collaterali nulli o minimi. Come con qualsiasi sostanza, l'assunzione di dosi elevate o l'elevata sensibilità alla sostanza può causare effetti collaterali e alcune persone possono manifestare i seguenti sintomi: sonnolenza, calo della pressione sanguigna, diarrea, secchezza delle fauci, perdita di appetito e altro.

 

  1. Qual è la differenza tra canapa e marijuana?

Entrambi discendono dalla pianta di cannabis sativa che alleva migliaia di diverse varietà di cannabis. A prima vista non c'è differenza, è la composizione chimica che li distingue. Fondamentalmente, la canapa ha un contenuto di THC molto basso, inferiore allo 0,2% in Europa. La marijuana è ricca di THC che enfatizza gli effetti psicoattivi e la rende illegale in molti paesi del mondo.

 

  1. Come viene estratto il CBD dalla pianta?

La nostra azienda utilizza l'estrazione assistita da ultrasuoni (USAE).

 Esistono molte tecniche di estrazione, dalla classica estrazione con solvente all'estrazione con fluido supercritico (CO2) spesso utilizzata e all'estrazione assistita da microonde. La più recente estrazione assistita da ultrasuoni è più veloce ed efficiente di altre tecniche, non utilizza molto solvente e viene eseguita in un processo semplice.

 

  1. Qual è la differenza tra il CBD isolato e il CBD a spettro completo?

 Il CBD a spettro completo è un estratto che contiene tutti i composti che si trovano naturalmente nella pianta di cannabis, comprese altre sostanze come altri fitocannabinoidi (CBD, CBG, CBN), terpeni, acidi grassi omega-6/omega-3 e vitamina E . Queste sostanze migliorare le proprietà nutrizionali del prodotto aroma e.

D'altra parte, l'isolato di CBD è la forma più pura, cioè oltre al CBD non ci sono altri composti nel prodotto oltre al CBD.

 

  1. Possono esserci interazioni tra CBD e farmaci?

Bisogna sempre prestare attenzione quando si assume CBD con altri farmaci. Di solito il CBD è considerato sicuro, ma ci sono condizioni in cui può interagire o esacerbare gli effetti collaterali dei farmaci. In caso di dubbio, chiedi al tuo medico, sarà in grado di darti le risposte corrette.

 

  1. I nostri prodotti sono biologici?

Sì, tutte le piante sono coltivate biologicamente e sono prive di pesticidi ed erbicidi. Crediamo fermamente nella qualità e nella purezza dei prodotti così importanti per la salute umana.

 

  1. Il test antidroga sarà positivo?

 Questa è una domanda più difficile perché in realtà ci sono molti aspetti da considerare. I test antidroga analizzano solo il THC e non il CBD: l'ipotesi che un prodotto che contiene CBD ma è a basso contenuto di THC non dia un risultato positivo sarebbe sbagliato e ingenuo. Se un test fosse positivo, sarebbe difficile discutere con CBD di fronte alla magistratura.

 Va notato che una piccola percentuale di THC in alcuni prodotti (vedi ad es. 0,2% THC dei fiori) potrebbe portare a un risultato falso positivo a causa dell'elevata sensibilità dei test moderni. Consumando prodotti con una percentuale minima di THC, soprattutto in dosi elevate, non possiamo essere sicuri di un risultato negativo.

 

  1. È sicuro usare il CBD durante la gravidanza e l'allattamento?

 Sebbene ci siano prove che sconsigliano l'uso di THC durante la gravidanza e l'allattamento, non c'è molta letteratura sul CBD durante la gravidanza. Come misura precauzionale, consigliamo quindi di evitare l'uso di prodotti CBD o di parlarne con il medico.

 

  1. È possibile cucinare con il CBD?

 Cucinare con CBD è completamente sicuro. In effetti, l'uso del CBD nelle tue ricette può aiutare ad aumentare la biodisponibilità della sostanza, aumentare il tasso di assorbimento e darti tutti i suoi benefici. Ricorda solo di evitare le alte temperature durante la cottura e di conservare in un luogo buio e fresco.

 

Hai altre domande? Non esitare a contattarci, ti risponderemo il prima possibile.

 

Si prega di notare che le informazioni fornite non sostituiscono un parere medico. L'ordinanza dell'Agenzia svizzera per gli agenti terapeutici vieta di fare promesse mediche sui prodotti CBD. Viweedy GmbH non è autorizzata a fornire consulenza medica. L'obiettivo dei nostri prodotti CBD non è curare le malattie. Da un punto di vista farmacologico, si consiglia di consultare uno specialista prima di consumare i prodotti.